Il premio L’Anello debole si svolge all’interno del Capodarco l'Altro festival

Dal 2016 le opere in concorso sono divise in sei sezioni: Audio cortometraggi (fino a 25' di durata), Video cortometraggi della realtà e Video cortometraggi di fiction (fino a 30'), Video Cortissimi della realà e Video cortometraggi di fiction (fino a 6'), Ultracorti (fino a 60"). 

Previsti anche due Premi speciali: al migliore "web-doc" su tematiche sociali e ambientali; al miglior video realizzato da autori under 36, promosso in collaborazione con il Premio letterario Coop for words

Dopo la prima selezione le opere vengono valutate dalla giuria di qualità che sceglie le finaliste e i cui voti sono ponderati con quelli della giuria popolare per dare luogo al verdetto finale.

È possibile partecipare al concorso con una sola opera per ogni sezione, secondo le modalità previste dal bando. 

Dal 2014 direttore artistico del premio e del festival è Andrea Pellizzari. Autore, attore, conduttore televisivo e radiofonico, noto al grande pubblico per la trasmissione “Le Iene”, Pellizzari è stato un ospite assiduo del premio L’Anello debole dal 2007, sia come giurato che come presentatore dell’evento. Costante anche il suo impegno nel sociale, come quello che lo vede protagonista in prima persona del progetto “Mr Brown For Haiti”. 

>>Vai al bando 2016.

Pelliz 3ediz

Testo pù grandeTesto più piccoloStampa

Condividi su: